“Senigallia Collezioni – Moda e formazione”: lo stilista Anton Giulio Grande si apre agli studenti degli istituti superiori

«Creatività e passione sono la base da cui partire, a cui va unito tanto studio. E poi un pizzico di audacia» per provare a graffiare il mondo della moda con il proprio stile. Questo il consiglio che lo stilista Anton Giulio Grande, talento calabrese da anni noto a livello internazionale, ha voluto imprimere nei giovani degli istituti scolastici di tutta Italia che hanno partecipato al convegno all’interno della manifestazione “Senigallia Collezioni – Moda e Formazione”, svoltosi venerdì 12 luglio a palazzetto Baviera.

L’evento è promosso dall’istituto d’istruzione superiore B.Padovano di Senigallia, con il sostegno della Fondazione Città di Senigallia e della Confcommercio. Si tratta di un’importante occasione di confronto tra varie realtà scolastiche e imprenditoriali, che ha visto la partecipazione dello stilista Anton Giulio Grande, di Massimo Torti, segretario nazionale della Federazione Moda Italia e di Giacomo Bramucci, presidente di Confcommercio Marche Centrali. Quest’ultimo ha spiegato come il settore sia fondamentale per il territorio, non solo perché unisce la progettualità e la creatività all’artigianato e al made in Italy, ma anche perché si trasforma in un veicolo di promozione turistica eccezionale.

Della stessa linea Massimo torti, responsabile di Federmoda Italia: «Il made in Italy, pur essendo un concetto astratto, è il terzo marchio al mondo per riconoscibilità. Tutti hanno sentito parlare di Made in Italy ma c’è tanto di più oltre all’ultimo passaggio che è quello della lavorazione: c’è una filiera che parte dalla creatività e dalla ricerca. Ecco perché bisogna parlare sempre di più di cultura e guardare con attenzione all’innovazione: dobbiamo sapere e saper fare, unire tradizione e innovazione, guardare al passato con nuovi strumenti per creare il futuro».

Lo stilista Anton Giulio Grande a Senigallia
Lo stilista Anton Giulio Grande a Senigallia

L’esempio migliore di questa esperienza l’ha portato poi Anton Giulio Grande: lo stilista lametino, recentemente insignito del premio “La Loggia di Firenze”, ha parlato aprendosi ai giovani studenti degli istituti professionali. Senza fare riferimenti ai riconoscimenti ricevuti nel corso della sua carriera ma parlando dello studio e della ricerca, Grande ha voluto sottolineare l’importanza di conoscere bene la filiera produttiva ma anche della cultura dell’arte e del bello, veicoli per approdare alle maggiori opportunità che il settore possa offrire. A cui «si deve tendere con passione, spirito di sacrificio ma anche con un pizzico di audacia, che non guasta mai, anzi: sono proprio queste caratteristiche che aiutano a essere concreti».

“Senigallia Collezioni – Moda e Formazione”: la Fondazione Città di Senigallia si conferma partner dell’evento

La Fondazione Città di Senigallia è sempre a fianco degli istituti professionali per la formazione dei giovani e delle imprese che danno opportunità di crescita ai talenti del territorio. Questo è lo spirito, come da statuto, che ha portato il Consiglio di Amministrazione a sostenere la quarta edizione di “Senigallia Collezioni – Moda e Formazione”, l’evento che si terrà l’11 e 12 luglio prossimi davanti la Rotonda a mare e a palazzetto Baviera.

In piazzale della Libertà, infatti, torneranno a sfilare grandi collezioni di moda realizzate dagli alunni degli istituti professionali del settore di tutta Italia e dai professionisti di prestigiosi marchi dell’abbigliamento. A palazzetto Baviera, in centro storico, si terrà un importante convegno promosso dall’istituto B.Padovano di Senigallia, a cui parteciperanno responsabili nazionali del settore della moda e le scuole. Il duplice evento è organizzato dalla Art & Work per incentivare la formazione nel settore tessile, uno dei simboli della creatività, dell’artigianato e del made in Italy.

Giovedì 11 luglio, alle ore 21, si terrà la sfilata – sul centenario dell’istituzione del BauHaus – a cui parteciperanno ben 12 istituti tecnici e professionali da tutta Italia e non solo (Modena, Milano, Perugia, Verbania, Macerata, Fabriano, Jesi, Gorizia, Como, Matera e dalla Bielorussia), con le creazioni dei giovani studenti ammessi al concorso “Moda e Formazione”. Le collezioni saranno esaminate da una giuria di esperti di moda presieduta dallo stilista calabrese Anton Giulio Grande. All’assegnazione dei premi “Fondazione Città di Senigallia” saranno presenti anche il presidente Michelangelo Guzzonato, il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi e l’imprenditrice di Serra San Quirico Nenella Impiglia, che con la sua azienda Linea Marche è divenuta ormai un punto di riferimento a livello nazionale.

Oltre al premio, per il primo istituto classificato ci sarà la possibilità di vedere sfilare le proprie creazioni anche nella serata successiva, sempre davanti la celebre rotonda a mare e alla stessa ora, dedicata ai grandi marchi della moda e a importanti griffe del territorio.

Il consigliere Mancini della Fondazione Città di Senigallia premia gli istituti vincitori del concorso "Senigallia Collezioni - Moda e Formazione". Foto di Patrizia Lo Conte
Il consigliere Mancini della Fondazione Città di Senigallia premia gli istituti vincitori del concorso “Senigallia Collezioni – Moda e Formazione”. Foto di Patrizia Lo Conte

Lo stesso istituto Bettino Padovano di Senigallia sarà impegnato nella riuscita della manifestazione: già vincitore del concorso nelle precedenti edizioni, il polo scolastico senigalliese oltre a presentare le proprie creazioni è coinvolto nell’organizzazione del convegno di venerdì 12 – ore 9 – a palazzetto Baviera. Un’occasione di confronto tra istituti scolastici professionali, stilisti riconosciuti e associazioni di categoria del settore, a cui parteciperanno anche Massimo Torti, segretario nazionale della Federazione Moda Italia, e Giacomo Bramucci, presidente di Confcommercio Marche Centrali.

«La Fondazione “Città di Senigallia” opera – dichiara il presidente Michelangelo Guzzonato – in tutte quelle iniziative che possano favorire lo sviluppo del talento creativo e l’inserimento lavorativo dei giovani senigalliesi. Un fine che perseguiamo con dedizione, come da statuto, al pari dell’assistenza delle persone anziane e fragili. Ecco perché abbiamo deciso di dare il nostro sostegno all’evento “Senigallia Collezioni – Moda e Formazione”: è un progetto che avvicina il mondo della scuola a quello del lavoro e dell’alta moda. I ragazzi degli istituti professionali hanno infatti la possibilità di presentare una proposta di collezione, di veder sfilare la propria creatività, di confrontarsi con realtà nazionali ed internazionali. Per favorire il passaggio di know out ai giovani, la Fondazione “Città di Senigallia” ha inoltre voluto introdurre già dallo scorso anno un momento puramente formativo di interscambio culturale tra istituti professionali di diverse città che quest’anno si concretizzerà in un convegno dedicato ai 100 anni della scuola d’arte Bauhaus. Momenti culturali che sosteniamo convintamente – conclude Guzzonato – perché crediamo che il territorio possa divenire sempre più un laboratorio, una vetrina, un’occasione di confronto per i nostri giovani talenti».

Marche Music College, al via i corsi per film maker e tecnico audio

SENIGALLIA, 26 marzo 2019 – Sono già 28 i tecnici del suono, i videomaker e i compositori formatisi al Marche Music College. Il consorzio di scuole di musica, con sede a Senigallia, opera dal 2014 nella formazione e nella produzione di tutto ciò che è musica e immagine. Un valore aggiunto in tempi di crisi, dove non è semplice trovare il proprio percorso occupazionale e ritagliarsi uno spazio lavorativo. Per questo sono stati organizzati nuovi corsi con una formula innovativa, in partenza proprio sabato 30 marzo.

Video, suoni e colonne sonore: sono questi gli ambiti in cui il Marche Music College impiega energie, passione e competenze: lo scopo è ampliare le possibilità per tanti giovani di crearsi una professione di tipo creativo. Per dare spazio al talento e alla fantasia di musicisti, compositori e tecnici del suono sono stati contattati docenti e professionisti con esperienza pluriennale, anche all’estero: in campo filmaker troviamo Sergio Marcelli, Ruben Lagattolla, Lorenzo Cicconi Massi, Filippo Biagianti, Alessandro Vestuto, Enrico Paolini; i futuri tecnici del suono saranno seguiti da David Lenci, Michele Gasparini, Mauro Pacetti e Andrea Massetti, mentre Giovanni Bacalov – che ha lavorato per le musiche di film come “Il Postino”, “Caravaggio”, “La Tregua” – è il sigillo di garanzia per la sezione delle colonne sonore.

Il Marche Music College risiede nei locali della Scuola di musica Bettino Padovano, socio di maggioranza, con cui condivide spazi e molte attività. «Grazie alla Fondazione Città di Senigallia – spiega Samuele Garofoli, presidente del Consorzio – ora è a disposizione anche uno studio di registrazione, un sistema di regia video, telecamere, sale di post produzione. Per quanto riguarda la parte formativa musicale abbiamo un’orchestra giovanile di archi formata da circa 30 ragazzi provenienti da tutte le marche: ha già partecipato a concerti, festival e a registrazioni di colonne sonore».

Ottimi risultati si stanno ottenendo nel corso di composizione di colonne sonore dove «solo per fare qualche esempio – continua soddisfatto Garofoli – alcuni corsisti operano per documentari presentati in festival italiani e stranieri, mentre altri collaborano già con la Rai. Abbiamo inoltre tecnici del suono impegnati in tournée teatrali e musicali, registi e operatori che stanno partecipando o hanno già partecipato alla realizzazione di corti o lungometraggi. Insomma siamo davvero soddisfatti».

Corsi per tecnico del suono al Marche Music College
Corsi per tecnico del suono al Marche Music College

Tra le attività formative, il Marche Music College ora è impegnato in un percorso con gli istituti superiori di Senigallia “Medi” e “Corinaldesi” all’interno dei percorsi di alternanza scuola-lavoro. Insieme ai docenti Stefania Piantanelli e Alessandro Vestuto gli studenti di due classi realizzeranno una web serie simulando tutta la filiera produttiva che sta in una vera casa di produzione.

Sabato 30 marzo ripartono i nuovi corsi base per tecnico del suono e il 28 aprile per filmmaker. Corsi pensati con una formula intensiva, che impegna solo alcuni weekend. Sono corsi professionalizzanti ma rivolti a tutti: non solo a chi cerca una formazione specifica per iniziare una carriera, ma anche a coloro che vogliono semplicemente approfondire il linguaggio delle immagini o dei suoni per propria cultura.

Info: marchemusiccollege.com