Incontro in Comune sulle cure intermedie alla Fondazione Città di Senigallia

SENIGALLIA, 17 giugno 2019 – Si è svolto questa mattina in Comune un importante incontro per discutere l’attivazione di venti nuovi posti letto per le cure intermedie nella struttura gestita dalla Fondazione Città di Senigallia. 

A prendervi parte il sindaco Maurizio Mangialardi, il presidente della commissione regionale Sanità e Servizi sociali Fabrizio Volpini, il presidente della Fondazione Città di Senigallia Michelangelo Guzzonato, il consigliere della medesima Fondazione Francesco Mancini, il direttore generale dell’Asur Alessandro Marini e il direttore dell’Area Vasta 2 Giovanni Guidi.

I venti posti letto, approvati dalla Regione Marche con la delibera sui servizi integrati extraospedalieri, sanitari e socio-sanitari, saranno destinati a pazienti in situazione di malattia, ma non tanto gravi da aver necessità di risiedere in un ospedale e ancora non sufficientemente stabilizzati per vivere nel proprio domicilio.

PER SAPERNE DI PIU’ 

Riparte la pet therapy alla Fondazione Città di Senigallia

SENIGALLIA, 4 giugno 2019 – E’ stato riattivato il servizio di pet therapy alla Fondazione Città di Senigallia. Tutti i martedì e venerdì di giugno, luglio e agosto, sarà possibile per gli ospiti della residenza protetta di via del Seminario interagire in gruppo grazie alle attività assistite con gli animali.

L’iniziativa “Una zampa per amico” è partita nel 2017 ed è poi stata confermata ogni anno grazie ai risultati decisamente positivi favoriti dall’interazione con gli animali. Da un lato infatti c’è una maggiore socializzazione, comunicazione, creatività che viene stimolata negli ospiti della Fondazione Città di Senigallia; dall’altro ci sono aspetti prettamente correlati al benessere, come la riduzione dell’ansia e della depressione.

Le attività, condotte dalla dott.ssa Agnese Mancini, permettono di ridurre sensibilmente queste patologie sia per il gioco con Blues – il Golden Retriever bianco miele da tempo “adottato” dalla fondazione – sia per il contatto con la natura: l’attività di pet therapy viene infatti svolta nell’ampio e confortevole giardino, uno spazio all’aperto e protetto dove poter passare il tempo e giocare liberamente con il cane. Prima del gioco però c’è la fase di conoscenza dell’animale, in cui si impara a chiamarlo, ad accarezzarlo per iniziare quella prima interazione di base che servirà poi per il gioco delle sedute successive.

Sedute in cui ovviamente non verranno meno le condizioni igieniche e sanitarie nonché la sicurezza degli anziani a contatto con Blues, seguito comunque dagli educatori del centro. Le attività di pet therapy sono infatti seguite da neurologi, psicologi, operatori socio-assistenziali e da tutte quelle figure professionali di cui si avvale la Fondazione Città di Senigallia per assicurare il benessere dei propri ospiti.

PER SAPERNE DI PIU’ Il parere dell’esperta

Lettera al territorio

SENIGALLIA, 3 maggio 2019 – La Fondazione Città di Senigallia è un ente a finalità pubbliche molto importante per il territorio. La sua azione ruota attorno a tre cardini: la cura e l’assistenza degli anziani con una struttura socio-sanitaria all’avanguardia; la formazione dei giovani talenti in campo musicale; il sostegno alle attività culturali nel territorio senigalliese e della vallata del Misa.

Tre strade che percorriamo quotidianamente con il massimo impegno: questa spinta ci ha permesso di evolvere il nostro servizio alla comunità migliorando e riqualificando servizi e attività.

Leggi tutto…

Cure intermedie ormai prossime all’attivazione

SENIGALLIA, 10 aprile 2019 – Cresce e si specializza l’assistenza rivolta alla popolazione più fragile offerta dalla Fondazione Città di Senigallia. Il percorso intrapreso con la Regione Marche per lo sviluppo delle cure intermedie garantirà alla comunità senigalliese una nuova tipologia di servizio sanitario extraospedaliero.

Ormai prossime all’attivazione – mancano pochi mesi – le cosiddette “cure intermedie” sono una forma di assistenza intensiva e qualificata, convenzionata con la sanità pubblica, che viene svolta in una struttura non ospedaliera. Si tratta di un “ponte” tra le residenze protette e gli ospedali: l’assistenza fornita con le cure intermedie è in grado di garantire tutte quelle terapie, manovre, cure e quei macchinari che non è possibile assicurare al domicilio di chi è appena uscito da una fase acuta o da un ricovero in ospedale ma che ancora necessita di prestazioni avanzate rispetto alla semplice assistenza in una casa protetta.

Le cure sanitarie specialistiche “intermedie”, di fatto avvicinano la Fondazione Città di Senigallia a una struttura ospedaliera: sono un servizio convenzionato con l’Asur Marche che permetterà dall’estate 2019 di ampliare con 20 posti letto presso la struttura di via del Seminario l’offerta assistenziale rivolta alla popolazione anziana e non autosufficiente del territorio senigalliese e delle valli Misa-Nevola.

Un esempio per l’intera regione: si tratta infatti della prima struttura privata ad assumere un carattere semi-ospedaliero con prestazioni sanitarie altamente qualificate. Prestazioni che, oltre a sopperire alla continuità assistenziale per acuti e post acuti dopo la dimissione dall’ospedale, garantiranno sia un risparmio a livello economico agli enti pubblici, ma anche una risposta alle crescenti esigenze della popolazione fragile di Senigallia e del territorio.

Marche Music College, al via i corsi per film maker e tecnico audio

SENIGALLIA, 26 marzo 2019 – Sono già 28 i tecnici del suono, i videomaker e i compositori formatisi al Marche Music College. Il consorzio di scuole di musica, con sede a Senigallia, opera dal 2014 nella formazione e nella produzione di tutto ciò che è musica e immagine. Un valore aggiunto in tempi di crisi, dove non è semplice trovare il proprio percorso occupazionale e ritagliarsi uno spazio lavorativo. Per questo sono stati organizzati nuovi corsi con una formula innovativa, in partenza proprio sabato 30 marzo.

Video, suoni e colonne sonore: sono questi gli ambiti in cui il Marche Music College impiega energie, passione e competenze: lo scopo è ampliare le possibilità per tanti giovani di crearsi una professione di tipo creativo. Per dare spazio al talento e alla fantasia di musicisti, compositori e tecnici del suono sono stati contattati docenti e professionisti con esperienza pluriennale, anche all’estero: in campo filmaker troviamo Sergio Marcelli, Ruben Lagattolla, Lorenzo Cicconi Massi, Filippo Biagianti, Alessandro Vestuto, Enrico Paolini; i futuri tecnici del suono saranno seguiti da David Lenci, Michele Gasparini, Mauro Pacetti e Andrea Massetti, mentre Giovanni Bacalov – che ha lavorato per le musiche di film come “Il Postino”, “Caravaggio”, “La Tregua” – è il sigillo di garanzia per la sezione delle colonne sonore.

Il Marche Music College risiede nei locali della Scuola di musica Bettino Padovano, socio di maggioranza, con cui condivide spazi e molte attività. «Grazie alla Fondazione Città di Senigallia – spiega Samuele Garofoli, presidente del Consorzio – ora è a disposizione anche uno studio di registrazione, un sistema di regia video, telecamere, sale di post produzione. Per quanto riguarda la parte formativa musicale abbiamo un’orchestra giovanile di archi formata da circa 30 ragazzi provenienti da tutte le marche: ha già partecipato a concerti, festival e a registrazioni di colonne sonore».

Ottimi risultati si stanno ottenendo nel corso di composizione di colonne sonore dove «solo per fare qualche esempio – continua soddisfatto Garofoli – alcuni corsisti operano per documentari presentati in festival italiani e stranieri, mentre altri collaborano già con la Rai. Abbiamo inoltre tecnici del suono impegnati in tournée teatrali e musicali, registi e operatori che stanno partecipando o hanno già partecipato alla realizzazione di corti o lungometraggi. Insomma siamo davvero soddisfatti».

Corsi per tecnico del suono al Marche Music College
Corsi per tecnico del suono al Marche Music College

Tra le attività formative, il Marche Music College ora è impegnato in un percorso con gli istituti superiori di Senigallia “Medi” e “Corinaldesi” all’interno dei percorsi di alternanza scuola-lavoro. Insieme ai docenti Stefania Piantanelli e Alessandro Vestuto gli studenti di due classi realizzeranno una web serie simulando tutta la filiera produttiva che sta in una vera casa di produzione.

Sabato 30 marzo ripartono i nuovi corsi base per tecnico del suono e il 28 aprile per filmmaker. Corsi pensati con una formula intensiva, che impegna solo alcuni weekend. Sono corsi professionalizzanti ma rivolti a tutti: non solo a chi cerca una formazione specifica per iniziare una carriera, ma anche a coloro che vogliono semplicemente approfondire il linguaggio delle immagini o dei suoni per propria cultura.

Info: marchemusiccollege.com

Pronto il nuovo mezzo

Un nuovo mezzo per di Fondazione Città di Senigallia. Sabato 10 giugno alle 11 nel piazzale antistante gli uffici direzionali è stato presentato e messo ufficialmente a disposizione della comunità senigalliese il nuovo mezzo con il quale l’Ente renderà possibile, e migliore, la mobilità degli anziani.

Si tratta di un Fiat Doblò attrezzato anche per il trasporto degli infermi grazie al supporto della PMG (Progetto Mobilità Garantita) che ha curato l’intera operazione contattando i 26 sostenitori che sabato mattina hanno festeggiato con le autorità cittadine la prima accesione del mezzo. “Una soluzione resa possibile dal Progetto Mobilità Garantita – afferma il presidente Michelangelo Guzzonato – atto a far si che la comunità senigalliese possa avvalersi di un ulteriore servizio di trasporto per coloro che sono impossibilitati”.

Il progetto è stato attivato con il “supporto” della legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali. Un provvedimento finalizzato a promuovere interventi per garantire la qualità della vita, pari opportunità, non discriminazione e diritti di cittadinanza, previene, elimina o riduce le condizioni di disabilità, di bisogno e di disagio individuale e familiare, derivanti da inadeguatezza di reddito, difficoltà sociali e condizioni di non autonomia, in coerenza con gli articoli 2, 3 e 38 della Costituzione.

Riduzione della retta

“In tempi difficili e delicati come quelli odierni abbiamo deciso di ridurre la retta”. Con queste parole Michelangelo Guzzonato, presidente della Fondazione Città di Senigallia, rende nota la prima delibera del 2013 del consiglio dell’Ente con la quale ha deciso di diminuire di 300 euro annui la retta della residenza protetta di via Del Seminario.

Riduzione già operativa con  l’inizio del nuovo anno e comunicata ai familiari di tutti gli ospiti che siano, quindi, convenzionati o meno. Come da “tradizione” in Italia le prime settimane di gennaio portano con sé aumenti generalizzati gravando sulle famiglie, in questo particolare periodo di congiuntura economica è indubbio che gli aumenti pesino ancora di più.

“E proprio su queste considerazioni che il Consiglio dell’Ente ha raggiunto tale decisione  – sottolinea il presidente Guzzonato – in contrasto con quanto deciso dalla maggior parte delle Residenze Protette presenti nel territorio e benché costituisca un notevole aggravio sul bilancio dell’Ente, è stata presa dal Consiglio di Amministrazione nella convinzione che le preminenti esigenze di bilancio, almeno per quest’anno, possano essere parzialmente derogate a fronte della volontà di fornire un concreto sostegno ai nostri ospiti, alle loro famiglie e quindi alla Città”.

Fondazione Città di Senigallia, un tempo conosciuta come “Casa Protetta per Anziani – Ex Irab”, occupa un ruolo importante nel tessuto sociale di Senigallia. L’Ente, oltre alla valorizzazione del patrimonio disponibile, focalizza l’attenzione  nei confronti delle classi più deboli, della cultura e del lavoro.

Lettera del presidente

Fondazione Città di Senigallia, un tempo conosciuta come “Casa Protetta per Anziani – Ex Irab”, occupa un ruolo importante nel tessuto sociale di Senigallia. L’Ente oltre alla valorizzazione del patrimonio disponibile focalizza l’attenzione nei confronti delle classi più deboli, della cultura e del lavoro.

Caratteristiche essenziali la funzione di assistenza agli anziani in difficoltà sia da un punto di vista socio-sanitario sia economico sociale così come la volontà di mantenere la capacità di trasferire il Know How della Musica delle Arti e dei Mestieri ai giovani del territorio rispettando i lasciti Bettino Padovano.

Casa protetta per anziani Ex Irab di Senigallia cambia dunque forma, veste e strategia. Un Ente privato con finalità pubbliche. Da mesi è iniziato un vero e proprio riordino strutturale e funzionale che porterà ad un cambiamento epocale dell’Istituzione.

Il nuovo sito internet sarà parte integrante e propulsiva di questa innovazione anche nell’aspetto della comunicazione sia all’esterno, e quindi alla Città, sia all’interno con particolare attenzione ai dipendenti ed ospiti della residenza protetta di via Cellini.

Ci sarà spazio anche a tutte quelle organizzazioni e progetti che gravitano attorno alla Fondazione Città di Senigallia per contribuire alla crescita socialeculturale ed economica di Senigallia.

                                                                                                                                                                    Il Presidente

Dr. Michelangelo Guzzonato